Ambasciata d’Ucraina nella Repubblica Italiana

Kyiv 14:08

INGRESSO IN UCRAINA E PASSAGGIO TRANSITORIO ATTRAVERSO IL SUO TERRITORIO

 

Le informazioni generali

  • Tutti gli stranieri e apolidi provenienti da paesi aventi il regime dei visti per l’Ucraina possono richiedere il visto presso l’Ufficio consolare dell'Ambasciata d'Ucraina in Italia il martedi e il venerdi dalle ore 12 alle ore 13, dopo aver effettuato la registrazione online della domanda di visto, muniti di relativi documenti in originale (passaporto, modulo stampato, altro).  
  • I cittadini italiani non necessitano il visto per l’Ucraina per motivi di visite private, turismo o affari a condizione che il numero di giorni della loro permanenza nel Paese in qualsiasi arco temporale composto da 180 gg non superi 90 gg. 
  • Coloro che intendono soggiornare in Ucraina per più di 90 gg. per motivi religiosi, di lavoro, ricongiungimento famigliare, studi, volontariato ecc., necessitano del visto di tipo “D”, valido 90 gg. Questo tipo di visto permette loro di richiedere, entro il periodo della validità del visto, un permesso di soggiorno presso l’Ufficio territoriale del Servizio Statale di Migrazione competente.
  • Il passaporto del richiedente deve essere valido almeno 3 mesi dopo la data dichiarata d’uscita dal territorio ucraino ed avere a disposizione almeno 2 pagine libere. I documenti per l’ottenimento del visto devono essere presentati non prima di 3 mesi del viaggio/soggiorno pianificato. La carta d’identità NON è valida per l’ingresso in Ucraina.

 Registrazione del modulo di domanda del visto

  • Coloro che intendono fare la domanda per l’ottenimento del visto sono invitati a compilare preliminarmente il modulo di domanda del visto e registrare la richiesta online sul sito web http://visa.mfa.gov.ua.
  • Dopo la registrazione on-line il modulo di domanda registrato, stampato e personalmente sottoscritto va presentato dal richiedente presso il Consolato.
  • Le foto dei candidati, che vengono caricati nel sistema “Visa” devono essere di alta qualità e corrispondere al formato "fototessera".
  • La registrazione on-line della domanda non prevede il rilascio del visto in automatico.

 Tipi di visti

 -di transito (tipo “B”), si rilascia nel caso del transito attraverso il territorio ucraino per recarsi nel territorio di uno Stato terzo, così come per l’effettuazione di trasporti transitori di merci e passeggeri con un mezzo automobilistico. La durata di ogni transito che tale visto consente non può superare 5 giorni. I visti di transito possono essere rilasciati una, due o più volte;

-di breve durata (tipo “C”) è previsto esclusivamente per i cittadini di stati che necessitano il visto per l’ingresso in Ucraina. Per motivi di visite private, turismo o affari ecc. questo tipo di visto prevede una permanenza massimale di 90 gg in qualsiasi arco temporale composto da 180 gg.

-di lunga durata (tipo “D”) è previsto per i cittadini stranieri la cui permanenza in Ucraina supera 90 gg. per motivi di ricongiungimento familiare, studio, lavoro, attività sportiva, religiosa, di volontariato, immigrazione ecc.  Tale tipo di visto è di ingresso multiplo. La durata del visto è di 90 gg, entro i quali il titolare dovrà ottenere, previa richiesta antecipata, il permesso di soggiorno in Ucraina.

Documenti richiesti

I documenti da presentare per la domanda di tutti i tipi di visti, a meno che non sia previsto diversamente dalla legge e accordi internazionali dell’Ucraina sono:

1) il passaporto con i seguenti requisiti:

- la validità di almeno altri 3 mesi dopo la data dichiarata d’uscita dal territorio ucraino;

-avere a disposizione almeno 2 pagine libere;

- la validità di massimo 10 anni.

2) modulo di richiesta del visto compilato e sottoscritto.

P.S. I moduli di richiesta del visto delle persone con disabilità devono essere presentati da loro rappresentanti legali. Persone, di cui dati sono inseriti nel passaporto dello straniero o apolide con il quale viaggiano insieme, devono presentare un modulo-richiesta a parte. I moduli di richiesta del visto di minorenni devono essere sottoscritti da uno dei genitori o da un rappresentante legale. 

3) una foto a colori di 35x45mm.

4) assicurazione sanitaria valida con una copertura spese di almeno 30.000 dollari  oppure l’equivalente in un’altra valuta, a meno che non sia previsto diversamente dalla legge e dagli accordi internazionali dell’Ucraina. Questa condizione non viene applicata alle persone che possiedono un passaporto diplomatico o di servizio.

5) documenti che confermano la condizione di possesso di sufficienti risorse finanziarie per il periodo di soggiorno previsto ed il ritorno nel paese di provenienza o transito per uno terzo Stato, oppure la possibilità di ottenimento di un adeguato supporto finanziario in modo legale sul territorio ucraino previsto dalle Modalità di conferma del possesso di sufficienti risorse finanziarie degli stranieri e apolidi per l’ingresso in Ucraina, soggiorno nel territorio ucraino, passaggio transitorio attraverso il territorio dell’Ucraina e uscita dal suo territorio e di determinazione dell’ammontare di tali risorse, approvate nella risoluzione del Governo di Ucraina del 04 dicembre 2013 num.884. Nel caso della richiesta di un visto multiplo si verifica il possesso di adeguate risorse finanziarie per il periodo del primo viaggio pianificato per l’Ucraina. Questa condizione non viene applicata alle persone che possiedono un passaporto diplomatico o di servizio.

6) la ricevuta del pagamento della tassa consolare, a meno che non sia previsto diversamente dalla legge e dagli accordi internazionali dell’Ucraina.

7) un documento confermante lo scopo del viaggio in Ucraina (a seconda del tipo del visto per cui viene effettuata la richiesta). Tali tipi di documenti vengono considerati:

per i visti di transito:

-documento confermante il transito (visto per uno Stato terzo (se necessario), biglietto di viaggio ecc.);

-documento confermante il trasporto transitorio di merci o passeggeri con un mezzo automobilistico;

-licenza che consente il trasporto internazionale, rilasciata dall’autorità competente dello Stato straniero;

per i visti di breve durata:

-lettera d’invito da parte di una persona giuridica registrata in Ucraina, redatta su carta intestata dell’Ente e recante il numero di iscrizione presso il Registro Nazionale Unico delle persone giuridiche e fisiche-degli imprenditori e delle formazioni pubbliche, codice fiscale, data e firma, cognome, nome, patronimico della persona invitata, informazioni riguardanti data e luogo di nascita, cittadinanza, dati del passaporto, domicilio, scopo del viaggio, periodo pianificato per il viaggio in Ucraina, quantità d’ingressi e luogo di soggiorno in Ucraina, impegno preso dalla persona giuridica di farsi carico di eventuali spese legate al soggiorno e uscita dal territorio ucraino della persona invitata;

-lettera d’invito autenticata da un notaio da parte di una persona fisica- cittadino ucraino o straniero/apolide che soggiorna legalmente temporaneamente o permanentemente in Ucraina. L’invito deve recare cognome, nome, patronimico della persona fisica, dati del passaporto, permesso di soggiorno (per gli stranieri e apolidi), indirizzo del domicilio, così come cognome, nome, patronimico della persona invitata, data e luogo di nascita di questa, cittadinanza, dati del passaporto, domicilio, scopo del viaggio, periodo pianificato di soggiorno in Ucraina, quantità di ingressi e posto di soggiorno in Ucraina, impegno preso dalla persona fisica di farsi carico di eventuali spese legate al soggiorno e uscita dal territorio ucraino della persona invitata. Alla lettera d’invito si allegano le fotocopie del passaporto e del permesso di soggiorno ucraino (per gli stranieri e apolidi) della parte invitante (persona fisica).

-lettera d’invito di un organo, istituzione, ente o organizzazione statale.

-contratto di trasporto di merci e passeggeri con un mezzo automobilistico, permesso ad effettuare trasporti internazionali

-documenti che attestano lo scopo turistico del viaggio

-lettera d’invito della struttura sanitaria

-documento che attesta l’investimento straniero ai sensi della legge vigente circa il regime degli investimenti stranieri nel territorio ucraino

-documento che attesta il diritto di proprietà dello straniero o apolide dell’immobile nel territorio ucraino

-lettera d’invito dell’organizzazione religiosa approvata dall’autorità statale che ha effettuato  la registrazione dello statuto della relativa organizzazione, per un soggiorno di breve durata con lo scopo di predicazione delle credenze religiose, esecuzione di riti religiosi oppure conduzione di altre attività canoniche.

-richiesta di un media straniero per il rilascio del visto ad un corrispondente straniero oppure al rappresentante del media straniero stesso che intende entrare in Ucraina per un soggiorno di breve durata per motivi di lavoro

-richiesta di organi statali dei paesi stranieri o delle organizzazioni internazionali

-la disposizione della Commissione elettorale centrale sulla registrazione di osservatori ufficiali degli Stati stranieri e delle organizzazioni internazionali in sede alle elezioni del Presidente dell’Ucraina, deputati dell’Ucraina, elezioni locali e referendum nazionale

-documento attestante che lo straniero o apolide è marito, moglie, padre, madre, figlio del cittadino ucraino

per i visti di lunga durata

-copia autenticata del permesso all’impiego occupazionale degli stranieri o apolidi. Agli stranieri e apolidi, collocamento lavorativo dei quali  ai sensi delle leggi vigenti avviene senza un permesso all’impiego lavorativo degli stranieri e apolidi, al posto del quale si presenta il contratto.

-fotocopia della sentenza dell’autorizzazione all’immigrazione rilasciato dal Servizio Migratorio Nazionale

-documento che attesta l’appartenenza alla famiglia  della persona possedente lo status di rifugiato in Ucraina oppure essere persona richiedente ulteriore protezione oppure essere  persona che gode temporaneamente di protezione in Ucraina.

-lettera d’invito per un periodo di studio (stage) da parte di un istituto di istruzione superiore e registrato secondo la procedura determinata dal Ministero dell'Istruzione e della Scienza

-lettera d’invito di un’istituzione statale, società, organizzazione, destinatari del progetto di aiuto tecnico internazionale

-lettera d’invito dell’organizzazione religiosa approvata dall’autorità statale, la quale ha effettuato  la registrazione dello statuto della relativa organizzazione, per un soggiorno di lunga durata con lo scopo di predicazione delle credenze religiose, esecuzione di riti religiosi oppure conduzione di altre attività canoniche

-lettera d’invito di filiale, ufficio, rappresentanza o di altra unità strutturale  di un’organizzazione pubblica dello Stato straniero, ufficialmente registrati

- lettera d’invito di filiale, ufficio, rappresentanza di un’ente straniero, ufficialmente registrati

- richiesta di un media straniero per il rilascio del visto ad un corrispondente straniero oppure al rappresentante del media straniero stesso che intende entrare in Ucraina per un soggiorno di lunga durata per motivi di lavoro

-richiesta degli organi competenti di stati stranieri oppure di organizzazioni internazionali per il rilascio del visto ai dipendenti delle rappresentanze diplomatiche e consolari, organizzazioni internazionali insieme alle loro rappresentanze che entrano in Ucraina per un soggiorno di lunga durata per adempire ai loro doveri lavorativi, insieme ai loro membri famigliari

-lettera d’invito dell’autorità statale responsabile dell’organizzazione e sviluppo di progetti culturali, formativi, di ricerca e sportivi, così come di attività di volontariato, prendere parte dei quali lo straniero o apolide arriva in Ucraina, oppure l’invito dell’organizzazione o istituzione che coinvolge alla sua attività  volontari, l’informazioni su di cui sono presenti sul sito ufficiale del Ministero delle Politiche Sociali, insieme ad una fotocopia del certificato di registrazione nazionale di tale organizzazione o istituzione

-certificato di matrimonio con il cittadino ucraino. Se il matrimonio tra il cittadino ucraino e straniero/apolide è stato registrato fuori dal territorio dell’Ucraina secondo la legislazione dello Stato straniero, la validità di tale matrimonio viene stabilita ai sensi della Legge dell’Ucraina “Sul diritto privato internazionale”

-documento che attesta l’appartenenza alla famiglia dello straniero o apolide, che possiedono il permesso di soggiorno temporaneo in Ucraina, fotocopia di tale permesso  e del socumento che attesta adeguate risorse finanziarie per il mantenimento dei membri della famiglia in Ucraina

-altri documenti, se è previsto dagli accordi internazionali dell’Ucraina

N.B.  Documenti emessi dagli organi competenti dello stato straniero devono essere legalizzati, se non è previsto diversamente dalla legge o dagli accordi internazionali dell’Ucraina e si presentano insieme alla traduzione ufficiale in lingua ucraina e nel caso di tale impossibilità in lingua inglese.

Nel caso del bisogno il funzionario consolare può richiedere ulteriore documentazione.

Tempi del processo decisionale

per approvazione o rifiuto nel rilascio del visto:

  • la procedura d’urgenza - 5 giorni lavorativi dal giorno della presentazione della documentazione necessaria.
  • la procedura ordinaria - 10 giorni lavorativi dal giorno della presentazione della documentazione necessaria,  se non è diversamente previsto dagli accordi internazionali dell’Ucraina.

I termini indicati sopra possono essere prolungati fino a 30 giorni lavorativi nel caso di altre verifiche.

Nel caso del rifiuto nell’emissione del visto il richiedente viene informato circa le motivazioni di tale decisione in forma scritta. 

La tassa consolare non viene restituita.

Il richiedente ha il diritto di far appello per iscritto, entro due mesi dal rifiuto del visto, al capo della sede diplomatica o consolare, presentando le proprie argomentazioni e chiedendo una revisione della pratica. 

Tassa consolare

Per il rilascio di tutti i tipi di visto (di transito, di breve durata e di lunga durata) l’Ufficio Consolare richiede il pagamento della tassa consolare basilare di 60 euro, se non è diversamente previsto dagli accordi internazionali dell’Ucraina. Allo stesso tempo, per il rilascio di certe categorie di visti agli stranieri di determinati Stati la tassa consolare da pagare può superare i 60 euro, tenendo conto del principio di reciprocità. 

LE REGOLE DELL’ENTRATA E DELL’USCITA DALLA REPUBBLICA AUTONOMA DI CRIMEA E DALLA CITTA DI SEBASTOPOL 

 Il 4 giugno 2015 il Governo Ucraino con il Decreto № 367 ha approvato la Procedura dell’ingresso e dell’uscita dal territorio d’Ucraina temporaneamente occupato.

La procedura prevede che l'ingresso e l’uscita degli stranieri e degli apolidi dal territorio d’Ucraina temporaneamente occupato si effettua in base ad un permesso speciale, rilasciato dall’Ufficio territoriale del Servizio Statale di Immigrazione, attraverso i punti di controllo, esibendo il passaporto.

 I punti di controllo dell’ingresso e dell’uscita dal territorio d'Ucraina temporaneamente occupato per il traffico stradale sono: "Kalanchak", "Chaplinka", "Chongar".

I punti di controllo dell’ingresso e del’uscita dal territorio d'Ucraina temporaneamente occupato per il traffico ferroviario sono: "Kherson", "Melitopol", "Vadim," "Novooleksiyivka".

Il Ministero degli Affari Esteri d'Ucraina ribadisce ancora una volta la necessità di rispettare le procedure attuali d’ingresso e d’uscita dalla Repubblica Autonoma di Crimea e dalla città di Sebastopoli.

RILEVAMENTI DATI BIOMETRICI

 Dal 01/01/2018 in Ucraina entra in vigore il  rilevamento di dati biometrici ai punti di controllo dei valichi di frontiera nazionale per gli stranieri e apolidi di 70 Stati, inclusa la Federazione Russa.

1.Repubblica Algerina Democratica e Popolare, 2. Repubblica dell’Angola, 3. Repubblica Islamica dell'Afghanistan, 4. Repubblica Popolare del Bangladesh, 5. Repubblica del Benin, 6. Repubblica del Botswana, 7. Burkina Faso, 8. Repubblica di Burundi, 9. Repubblica Socialista del Vietnam, 10. Repubblica Gabonese, 11. Repubblica del Gambia, 12. Repubblica Cooperativa di Guyana, 13. Repubblica del Ghana, 14. Repubblica di Guinea, 15. Repubblica della Guinea Bissau, 16.Repubblica della Guinea Equatoriale, 17. Stato Indipendente della Papua Nuova Guinea, 18. Repubblica di Gibuti, 19. Repubblica dell'Eritrea, 20. Repubblica Federale Democratica d'Etiopia, 21. Repubblica araba d'Egitto, 22. Repubblica Araba dello Yemen, 23. Repubblica della Zambia, 24. Repubblica dello Zimbabwe, 25. Repubblica d'Iraq, 26. Repubblica Islamica dell'Iran, 27. Regno Hascemita di Giordania, 28. Repubblica di Capo Verde, 29. Repubblica del Camerun, 30. Repubblica del Kenya, 31. Repubblica Kirghiza, 32 Unione delle Comore, 33. Repubblica del Congo, 34. Repubblica Democratica del Congo, 35. Repubblica Popolare Democratica di Corea, 36. Repubblica, 36. Repubblica della Costa d'Avorio, 37. Regno del Lesotho, 38. Repubblica della Liberia, 39.Repubblica Libanese, 40. Stato della Libia, 41. Repubblica Islamica della Mauritania, 42. Repubblica del Madagascar, 43. Repubblica di Malawi, 44. Repubblica del Mali, 45. Regno del Marocco, 46. Repubblica del Mozambico, 47. Repubblica della Namibia, 48. Repubblica del Niger, 49. Repubblica Federale della Nigeria, 50. Repubblica Islamica del Pakistan, 51.Palestina, 52. Federazione Russa, 53.Repubblica del Sudan del Sud, 54. Repubblica del Ruanda, 55. Repubblica Democratica di São Tomé e Príncipe, 56. Regno dello Swaziland, 57. Repubblica del Senegal, 58. Repubblica Araba di Siria, 59. Repubblica Federale di Somalia, 60. Repubblica del Sudan, 61. Repubblica della Sierra Leone, 62. Repubblica del Tagikistan, 63. Repubblica Unita di Tanzania, 64. Repubblica togolese, 65. Regno di Tonga, 66. Repubblica Tunisina, 67. Repubblica dell'Uganda, 68. Repubblica Centrafricana, 69. Repubblica del Ciad, 70. Repubblica Democratica Socialista dello Sri Lanka.

Gli stranieri e apolidi esenti da tale provvedimento sono:

-i capi di stati e governi stranieri, membri di delegazioni parlamentari e governative, personale tecnico a servizio di tali delegazioni e componenti delle loro famiglie, arrivati in Ucraina dietro un invito di Presidente dell’Ucraina, Verkhovna Rada (parlamento ucraino), Gabinetto dei Ministri dell’Ucraina, Verkhovna Rada o Consiglio dei Ministri della Repubblica Autonoma di Crimea, ministeri di altri organi centrali del potere esecutivo dell’Ucraina; persone e componenti delle loro famiglie, arrivati in Ucraina come membri dell’ONU e delle organizzazioni del sistema ONU;

-stranieri o apolidi che non hanno raggiunto il 18° anno d’età;

-stranieri o apolidi in crociera;

-membri di equipaggi di navi (aerei) militari stranieri;

-componenti di equipaggi di navi non militari straniere;

- componenti di equipaggi di compagnie aeree internazionali civili e treni internazionali, in caso si trovassero in aeroporti o stazioni ferroviarie predefiniti dai programmi di viaggio;

-capi delle rappresentanze diplomatiche e consolari, membri del personale diplomatico, funzionari consolari, personale tecnico-amministrativo e di servizio delle rappresentanze diplomatiche e consolari, dipendenti dell’apparato militare e delle rappresentanze commerciali insieme ai loro coniugi, figli e genitori a carico delle pesone suddette;

-dipendenti degli organi addetti agli affari esteri dei paesi stranieri in servizio in Ucraina, i quali hanno passaporti diplomatici/di servizio, e membri delle loro famiglie;

-funzionari di organizzazioni internazionali in servizio in Ucraina, dipendenti delle rappresentanze di queste organizzazioni in Ucraina, così come dipendenti delle rappresentanze dei paesi presso le organizzazioni internazionali, aventi la propria sede giuridica in Ucraina, i quali godono di privilegi ed immunità diplomatici, insieme ai membri delle loro famiglie.

 

Nel caso il cittadino straniero/apolide rifiuti il rilevamento delle impronte digitali, subirà un ulteriore controllo, in seguito al quale verrà presa una decisione sul consenso/rifiuto di passaggio attraverso il confine nazionale.

 

Le modalità di rilascio del visto per l’ingresso in Ucraina e il passaggio transitorio attraverso il suo territorio vengono regolate dai seguenti atti normativi:

-Legge dell’Ucraina “Sullo status giuridico degli stranieri e apolidi”;

-Norme sul rilascio dei visti per l’ingresso in Ucraina e il passaggio transitorio attraverso il suo territorio, approvato dalla risoluzione della Camera dei Ministri dell’Ucraina del 01 marzo 2017 num.118.

-Procedura di approvazione di risorse finanziarie sufficienti degli stranieri e apolidi per l’ingresso in Ucraina, soggiorno sul territorio ucraino, passaggio transitorio attraverso il territorio dell’Ucraina e uscita dal suo territorio e determinazione dell’ammontare di tali risorse finanziarie, approvata dal decreto del Consiglio dei Ministri del 04 dicembre 2013 num. 884;

- Requisiti per l'organizzazione del lavoro circa il rilascio dei visti per l’ingresso in Ucraina e il passaggio transitorio attraverso il suo territorio, approvati dalla disposizione del Ministero degli Affari Esteri, Ministero degli Affari Interni, Servizio di Sicurezza dell’Ucraina del 30 ottobre 2017 num. 469/897/605.


Ufficio consolare dell'Ambasciata d'Ucraina in Italia
Capo: Grushko Andrii
Capoufficio per questioni consolari
Indirizzo: Via Monte Pramaggiore, 13 00141 - Roma. Vedi mappa
Telefono: + 39 06 820 03 641
Fax: + 39 06 823706
E-mail: gc_it@mfa.gov.ua
Shedule:

Orari di apertura al publico:

lunedì 9.00 – 12.30, 15.00 – 16.30;

martedì 9.00 – 12.30, 15.00 – 16.30;

giovedì 9.00 – 12.30, 15.00 – 16.30;

venerdì 9.00 – 12.30

Festivi: sabato, domenica

Circoscrizione consolare:

Lazio, Sardegna, Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Repubblica di Malta, Repubblica di San Marino 

Note:

Pagina "Facebook"


Consolato Generale dell'Ucraina a Napoli
Capo: Dott.Viktor Hamotskyi
Console Generale dell’Ucraina a Napoli
Indirizzo: Via G.Porzio, 4 Centro Direzionale, isola B3, 80143 - Napoli. Vedi mappa
Telefono: +39 081 787 54 33
Fax: +39 081 605 78 67
E-mail: gc_itn@mfa.gov.ua, posta certificata: consolatogeneraleucrainonapoli@pec.it
Sito web: https://naples.mfa.gov.ua
Shedule:

Orario di ricevimento al pubblico

Lunedì: 09:15-13:00, 15:00-17:00

Martedì: 09:15-13:00 (Visti: 12.00 – 13.00)

Giovedì: 09:15-13:00, 15:00-17:00

Venerdì: 09:15-13:00 (Visti: 12.00 – 13.00)

Mercoledì:

- Svolgimento dei servizi consolari fuori sede: visite ai detenuti, malati e cittadini ucraini adottati.

- Elaborazione e disbrigo di pratiche consolari.

Ricevimento di cittadini appartenenti a categorie speciali previo appuntamento (invalidi, soggetti affetti da gravi malattie, casi che ledono alla salute o alla vita degli ucraini).

Si rappresenta che i cittadini con a carico di figli minori di 14 anni, le donne in gravidanza, gli invalidi nonché i cittadini affetti da gravi malattie saranno ricevuti in via prioritaria.

 

In caso di cataclismi, attacchi terroristici, disordini sociali, ferimento/morte di cittadini ucraini ed altri casi che ledono alla salute o alla vita degli ucraini, l’assistenza consolare è fornita anche in orario non lavorativo, giorni festivi e feriali.

 

Il Console Generale riceve il primo martedì di ogni mese dalle ore 9.15 alle ore 12.15 previo l’appuntamento telefonico da concordarsi al numero 081 787 54 33.

Informazioni telefoniche:

tel. +39 081 787 54 33

Lunedì-Venerdì – 9.15-13.00, 15.00-17.00 (tranne giorni festivi e feriali)

E’ possibile richiedere altre informazioni inviando una mail al seguente indirizzo di posta elettronica gc_itn@mfa.gov.ua. Per fornire una risposta esauriente si prega di indicare nella richiesta il proprio nome e cognome e recapiti telefonici. 

Circoscrizione consolare:

Regioni d'Italia Meridionale: Campania, Calabria, Puglia, Basilicata, Sicilia

Note:

Facebook: https://www.facebook.com/ukrconsnapoli/

 



Consolato Generale dell’Ucraina a Milano
Capo: Goriainov Roman
Генеральний консул України в Мілані
Indirizzo: Via Ludovico di Breme, 11, Milano-20156. Vedi mappa
Telefono: +39 (02) 801 333, (02) 869 98 814
Fax: +39 (02) 869 84 863
E-mail: gc_itm@mfa.gov.ua
Sito web: https://milan.mfa.gov.ua
Shedule:

Orario di apertura: 8:30 – 17:30

Pausa pranzo 13:00 – 14:00

Giorni di chiusura:  sabato, domenica

mercoledì – chiuso al pubblico

Circoscrizione consolare:

Giorni di ricezione/rilascio dei documenti: lunedì, martedì, giovedì, venerdì.

Note:

9.00 - 13.00 (ricezione) e 14.00 - 16.00 (rilascio)