• A-
    A+
  • Per ipovedenti
  • Italiano
  • Українською
  • English
A ROMA SI È SVOLTA LA PRIMA RIUNIONE DEL GRUPPO DI COOPERAZIONE INTERPARLAMENTARE TRA LA VERKHOVNA RADA DELL'UCRAINA E LA CAMERA DEI DEPUTATI D’ITALIA
Pubblicato 23 febbraio 2024 16:00

Il 22 febbraio si è svolta a Roma la prima riunione del Gruppo di Cooperazione Interparlamentare tra la Verkhovna Rada dell'Ucraina e la Camera dei Deputati della Repubblica Italiana.
Il capo della parte italiana, Vicepresidente della Camera dei Deputati Giorgio Mulè, si è congratulato con i membri della parte ucraina del gruppo a Palazzo Montecitorio in occasione della riunione del gruppo alla vigilia del secondo anniversario dell'aggressione russa contro l'Ucraina.
Durante l'incontro, i membri della parte ucraina del gruppo, i parlamentari Serhii Alekseev e Daria Volodina hanno espresso gratitudine all'Italia per il sostegno all'Ucraina in materia di assistenza politica, militare, finanziaria e umanitaria. Gratitudine è stata espressa anche per la posizione attiva assunta dall'Italia nella ricostruzione dell'Ucraina, in particolare della città di Odesa.
I membri del Gruppo di cooperazione interparlamentare dei parlamenti dell'Ucraina e dell'Italia hanno discusso dell'attuazione della Formula di Pace del Presidente Volodymyr Zelenskyy, dell'integrazione europea ed euro-atlantica dell'Ucraina.
I parlamentari ucraini e italiani hanno sottolineato l'importante ruolo della diplomazia parlamentare e si sono concentrati sui modi per rafforzare la cooperazione interparlamentare. Il capo della parte ucraina, Serhii Alekseev, ha invitato la parte italiana del Gruppo a recarsi a Kyiv per il secondo incontro del prossimo futuro.
Da parte sua, Giorgio Mulè ha dichiarato che l'Italia continuerà a sostenere l'Ucraina, la sua sovranità e indipendenza, nonché il ripristino della sua integrità territoriale all'interno dei suoi confini internazionalmente riconosciuti.
Altri temi discussi durante il primo incontro sono stati il riconoscimento da parte della Camera dei Deputati dell'Holodomor del 1932-1933 come genocidio del popolo ucraino, la lotta alla disinformazione russa, la politica sanzionatoria e le possibili modalità di utilizzo dei beni russi congelati per le esigenze della ricostruzione dell'Ucraina, l'assistenza e il sostegno dell'Italia agli ucraini che sono stati costretti a lasciare l'Ucraina a causa della guerra russa.


Outdated Browser
Для комфортної роботи в Мережі потрібен сучасний браузер. Тут можна знайти останні версії.
Outdated Browser
Цей сайт призначений для комп'ютерів, але
ви можете вільно користуватися ним.
67.15%
людей використовує
цей браузер
Google Chrome
Доступно для
  • Windows
  • Mac OS
  • Linux
9.6%
людей використовує
цей браузер
Mozilla Firefox
Доступно для
  • Windows
  • Mac OS
  • Linux
4.5%
людей використовує
цей браузер
Microsoft Edge
Доступно для
  • Windows
  • Mac OS
3.15%
людей використовує
цей браузер
Доступно для
  • Windows
  • Mac OS
  • Linux